CONTROLLARE IL TUO PESO E’ UN OBIETTIVO DI SALUTE
1 marzo 2018
Alcune brevi informazioni sui benefici dell’Argento Colloidale
2 agosto 2018

PH FISIOLOGICO: ARMONIA DEL BENESSERE

Erboristeria l'Erbaluisa

La nostra alimentazione è andata modificandosi nel corso del tempo; si utilizzano sempre più alimenti raffinati, ricchi di grassi, zuccheri e sale, a discapito di una alimentazione più semplice e più ricca di fibre, vitamine e minerali. Siamo quindi passati da una alimentazione alcalina, alla quale, geneticamente, saremmo più predisposti, ad una alimentazione con un forte carico acido. Per trasformare gli alimenti e l’ossigeno in energia, di cui l’organismo ha bisogno, vengono prodotte scorie metaboliche acide, che normalmente dovrebbero essere eliminate attraverso le urine, le feci, il sudore, ma anche attraverso la respirazione. Molte fra queste scorie vengono trasmesse agli organi escretori attraverso il sangue, i cui valori di pH ottimali, variano entro un range molto ristretto: da 7.35 a 7.45. 

Oltre all’alimentazione, anche la vita sedentaria, lo stress, l’alcool, il fumo e l’assunzione di farmaci possono portare ad un accumulo delle suddette scorie, così pure un’attività sportiva particolarmente intensa o stressante può generare l’accumulo di sostanze acide con conseguente formazione di acidosi tissutale.

L’acidosi altera il corretto funzionamento e la corretta risposta cellulare, compromettendo anche il normale funzionamento dei sistemi di regolazione, compreso il sistema neurologico (togliendo lucidità mentale!).

Se la quantità di cataboliti acidi è troppo elevata e/o l’eliminazione insufficiente, si ha un accumulo di tossine nel mesenchima, nei tessuti e negli organi con la comparsa di una prima fase infiammatoria. Essa è una strategia dell’organismo per riacquistare l’equilibrio, ma se il carico tossinico è troppo elevato o l’organismo non ha sufficiente energia vitale per eliminare le tossine, oppure, ancora, se si tenta di sopprimere il sintomo, le tossine si accumulano aggravando la situazione.

Per ripristinare l’equilibrio acido-basico in caso di stress, alimentazione sbilanciata, eccesso di farmaci e tossine, attività sportiva intensa, acidosi e chetosi dei bambini, oltre ad un consumo abbondante di frutta e verdura, si consiglia l’uso di composti a base di citrati alcalini perfettamente equilibrati fra loro.

Quindi, per chi vuole perseguire un vero benessere, è fondamentale mantenere o recuperare l’armonia e l’equilibrio del pH fisiologico.

“Lavoriamo con la convinzione che l’uomo non possa fare a meno

della natura per il suo benessere e per la sua bellezza”.